scheda elezioni
Controcorrente

Il Ticino e il dopo elezioni cantonali: perché calano ancora i votanti e crescono le liste senza intestazione?

Di Antonio Bolzani

  • Tipress
  • 3.4.2023
  • 41 min
Disponibile su
Scarica

Il Ticino dopo le elezioni, fra il successo della lista senza intestazione e il costante e preoccupante calo dei votanti. Quali sono i motivi? La sfiducia nei partiti, il disinteresse verso la politica o la rassegnazione che, indipendentemente da chi sarà eletto, le cose non cambieranno di molto? O magari anche, guardando il bicchiere mezzo pieno, che le cose tutto sommato vanno bene così come stanno andando? Ricordiamo che le schede senza intestazione che, di fatto, rappresentano il primo partito sono state 26 mila 807, mentre la partecipazione al voto è stata del 55,99 per cento degli iscritti in catalogo. In totale, sono poco più di 125 mila ticinesi, con oltre quattro elettori su dieci che non si sono espressi e non hanno votato. Si tratta del dato peggiore e più basso della storia e rappresenta una flessione di oltre 3,3 punti percentuali rispetto al 2019 quando si attestò al 59,30 per cento. Quale idea e quale opinione vi siete fatti, soprattutto se si considera -paradossalmente- l’elevatissimo numero di candidate e di candidati da scegliere e l’enorme copertura mediatica -media sociali compresi- prima, durante e dopo un’elezione preceduta, per la verità, da una campagna piuttosto fiacca, priva di particolari sussulti e acuti e noiosa? Dite la vostra Controcorrente. Vi aspettiamo con i vostri commenti e le vostre considerazioni: ci potete telefonare allo 0848 03 08 08 o scrivere via Wathsapp allo 076 321 11 13.

Scopri la serie