riapertura ristorante interno
Controcorrente

Una caparra al ristorante al momento della prenotazione: è una proposta corretta per evitare i tavoli vuoti?

Di Antonio Bolzani

  • iStock
  • 16.5.2023
  • 41 min
Disponibile su
Scarica

Quando il ristoratore aspetta invano i clienti che hanno riservato un tavolo e non si presenta nessuno, senza avvisare…: per prevenire delle sgradevoli sorprese agli esercenti, siete d’accordo di pagare una caparra quando prenotate un ristorante? Dall'assemblea dei delegati di GastroTicino, che si è tenuta ieri a Lugano, è emersa una novità che potrebbe riguardare tutti gli avventori dei ristoranti. L'organizzazione dei ristoratori ha infatti suggerito ai suoi membri di valutare la possibilità di chiedere una sorta di caparra -in pratico un anticipo della spesa per il pranzo o la cena- per ogni riservazione. Essa verrebbe trattenuta nel caso in cui il tavolo non venisse disdetto entro un determinato orario. Si tratta di una modalità non molto diffusa in Svizzera, ma che taluni ristoranti praticano già. A Zermatt, ad esempio, si va dai 50 franchi per un ristorante di categoria media, fino a 150 franchi per uno che si colloca in una fascia di prezzo elevata; questa prassi punta a prevenire le brutte sorprese delle prenotazioni "a vuoto", con gli avventori che alla fine non si presentano senza avvisare. Sembra che sempre più i clienti abbiano adottato questa poco rispettosa abitudine di prenotare in tre o quattro locali, per poi decidere all'ultimo momento quale scegliere, ma dimenticandosi magari di disdire la riservazione, con la conseguenza per i ristoratori di ritrovarsi con diversi tavoli non occupati. È un comportamento che genera comprensibile irritazione. Ma con una misura di questo tipo è anche alto il rischio però di scontentare i clienti contrari al pagamento di una somma in anticipo. Sicuramente questa misura sarà applicata per coloro che prenotano per gruppi numerosi di clienti, vale a dire per dei banchetti da oltre 10 persone: un anticipo è richiesto per coprire dei danni non indifferenti legati al mancato arrivo dei clienti. Siete favorevoli o contrari a pagare una caparra quanto riservate un tavolo al ristorante? Fanno bene i ristoratori a prevenire il comportamento menefreghista e poco rispettoso di certi clienti? Dite la vostra, telefonandoci allo 0848 03 08 08 o scrivendoci via Whatsapp allo 076 321 11 13.

È ospite Massimo Suter, presidente di Gastro Ticino

Scopri la serie

Correlati