Stammtisch Astano

A cura di Daniel Bilenko

sabato 21/05/16 17:05

Raccontare un luogo caro agli abitanti di una regione seduti attorno a un tavolo d’osteria. Questa la formula narrativa di “Stammtisch Astano”. Non una serie di interviste o di situazioni ripulite e organizzate drammaturgicamente in un montaggio di voci e suoni ma una chiacchierata informale: un amarcord avvenuto in un pomeriggio d’inverno col fuoco acceso nel camino e quattro boccalini riempiti di Merlot tra un giovane appassionato di storia locale e tre arzilli anziani, un po’ in italiano e un po’ in dialetto. L’oggetto del discorrere è il laghetto d’Astano (uno specchio d’acqua per metà naturale e per metà artificiale che dà il nome al paese: Astano in origine si chiamava “Astagno”). Il documentario propone un tuffo (e una nuotatina) nel passato di questo luogo che se per certi versi oggi non si distingue per bellezza o originalità finirà per sorprenderci e conquistarci a suon di aneddoti spassosi, riflessioni meditabonde e anche musica grazie al recupero di una preziosa registrazione musicale degli anni ’50.

E se le voci dei nostri ciceroni non dovessero bastare esistono le immagini del documentario da cui l’audio di questo Stammtisch è stato tratto, ovvero “Storie attorno al Laghetto”, di Olmo Cerri e Daniel Bilenko, diffuso il 16 aprile 2016 su RSI LA1 a Svizzera e Dintorni.

Ripresa suono: Adriano Schrade
Montaggio: Thomas Chiesa

Ogni centesimo conta

Seguici con
Altre puntate