(TiPress)

Come cambiano le percezioni dei giovani

Con Nicola Colotti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

“Giovani adulti allo specchio. Chi sono, cosa pensano, come cambiano”. È il titolo della pubblicazione presentata recentemente a Bellinzona per la collana dell’editore Armando Dadò Le sfide della Svizzera. Curato di Luca Bertossa, Karl W. Haltiner e Oscar Mazzoleni il volume illustra, con il contributo di diversi autori, l'evoluzione negli ultimi decenni fino ai giorni nostri delle caratteristiche che identificano i giovani. Nel doppio senso di ciò essi mostrano di sé attraverso le loro scelte e convinzioni (culturali e politiche) e nel senso di ciò che dà loro un’identità e/o un senso di appartenenza.

Questa fotografia, ma sarebbe meglio parlare di “film” visti i decenni considerati nell’analisi, consente di mostrare i cambiamenti avvenuti negli ultimi 50 tra i giovani a cavallo tra adolescenza e età adulta. Il volume “Giovani adulti allo specchio” nasce grazie alla collaborazione con le inchieste federali denominate ch-x, un programma della Confederazione che fin dagli anni sessanta del secolo scorso permetteva studi ad ampio raggio sulla gioventù riprendendo gli ormai desueti esami pedagogici delle reclute.

Oggi le inchieste ch-x sono uno strumento sociologico più articolato e utile agli istituti universitari per “filmare” l’evoluzione della socializzazione dei giovani e quindi il loro senso di appartenenza alla società elvetica in mutazione.

Ne emergono aspetti inediti (e a una prima lettura perfino imprevedibili) sulle loro convinzioni, aspirazioni e percezioni in cui i valori tradizionali sono tutt’altro che rifiutati o contestati (come invece ci si aspetterebbe dai giovani da una nuova generazione). Segno forse che nella liquidità delle attuali relazioni sociali iper-connesse ritrovare punti di riferimento come la famiglia, gli amici o l’attaccamento alla Patria è un modo per ritrovare, guardandosi allo specchio, la propria identità.

Ospiti:
Luca Bertossa, Senior research manager TV per la Mediapulse SA, responsabile scientifico delle inchieste ch-x
Marco Galli, Capoufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani del DSS
Stefanie Monastero, operatrice di prossimità per la Città di Lugano
Oscar Mazzoleni, professore di scienza politica, direttore dell’Osservatorio della vita politica regionale di Losanna