Tra stelle cadenti e radioamatori che dialogano con lo spazio (1./3)

Con Nicola Colotti e Elisa Manca

  • Scarica puntata
  • Condividi
  • a A

Con l’avvicinarsi della notte di San Lorenzo, il 10 agosto, su internet è già cominciato il tradizionale tam-tam sulle stelle cadenti d’agosto. Le "Lacrime di San Lorenzo" vengono regolarmente descritte ogni anno come uno degli eventi "cosmici" più attesi dell'estate. Quest’anno, la Luna crescente renderà il cielo meno buio e l’osservazione delle meteore che illuminano il cielo sarà perciò meno favorevole. Tuttavia, le stelle cadenti di agosto sono già cominciate e si possono osservare ben prima del 10 agosto. Ma cosa sono le stelle cadenti, da dove vengono, come e quando si possono osservare? Ce lo faremo raccontare da un’astrofila della Società astronomica ticinese (SAT). E visto che nelle notti d’estate si possono osservare anche altre luci che transitano nel nostro cielo, tra cui satelliti e anche, talvolta, la Stazione Spaziale internazionale, faremo un’incursione nel mondo dei radioamatori che in questi giorni hanno organizzato un ponte radio tra i ragazzi della tendopoli del campo federale Scout MOVA 2022 in Vallese e l’astronauta italiana Samantha Cristoforetti, a bordo della ISS.

Ne parliamo con:
Anna Cairati, segretaria della Società astronomica ticinese e astrofila divulgatrice per la SAT
Pino Panarisi
, radioamatore membro della sezione USKA (Union Schweizerische Kurzwellen Amateure) Ticino (HB9EI)
Ivan Mobilia,
Scout Canobbio e radioamatore USKA Ticino (HB9EI)