Studenti (Tipress)

Una passione per bruciare le tappe, anche a scuola

Con Nicola Colotti ed il Pubblico di Rete Uno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
Una passione per bruciare le tappe, anche a scuola

Una passione per bruciare le tappe, anche a scuola

Con Nicola Colotti ed il Pubblico di Rete Uno

 

Andare al Liceo a 13 anni appena compiuti è una sfida per chi la accetta, ma anche per il sistema scolastico che si confronta con questo esempio di precocità didattica. La passione di Elisa per le materie scientifiche, per la fisica in particolare, ha portato questa adolescente ad iniziare a settembre il liceo con due anni di anticipo, compiendo così un salto di livello scolastico che è una prima in Ticino. Una scelta impegnativa la sua, sostenuta anche dalla famiglia, che offre lo spunto per alcune riflessioni sulla scuola di oggi, confrontata non soltanto con allievi e studenti sempre più precoci, ma anche con la necessità di non creare disparità tra chi potrebbe andare più veloce e chi invece ha bisogno di un’andatura normale o più lenta. Non sono rari i casi di allievi ad alto potenziale scolastico, particolarmente preparati, che potrebbero compiere un salto di classe già dalle elementari. Anche per questo il DECS (Dipartimento ticinese Educazione Cultura e Sport) ha elaborato una nuova procedura per la valutazione dei singoli casi meritevoli di un’accelerata nel percorso scolastico. Per gli esperti di pedagogia e di sostegno scolastico è importante che gli allievi vengano seguiti nel modo corretto per non sprecare il potenziale cognitivo di ciascuno; un potenziale che si esprime nei modi più diversi, anche attraverso la passione per l’astrofisica che Elisa ha mostrato così precocemente.

Sono ospiti:
Elisa Bisig e Silvana Bisig-Mariotti
Fabiano Frigerio
, capogruppo Sostegno pedagogico Scuole medie Mendrisio
Giovanni Galli, psicologo e psicopedagogista specializzato in plusdotazione