Altri vaccini, Lego per tutti, vietato ai piccoli e Ligornetto (1./2)

Con Elisa Manca e Roberta Nicolò

  • Scarica puntata
  • Condividi
  • a A

Si parla molto di vaccini, ma uno in particolare è stato a lungo atteso e rappresenta un innovativo strumento di speranza: si tratta del vaccino per la malaria, nuovo strumento che potrebbe salvare la vita di decine di migliaia di bambini ogni anno. Questo vaccino, inoltre, è il primo sviluppato per qualsiasi malattia parassitaria. Quali scenari apre?

Si parla da alcuni anni di eliminare connotazioni di genere dai giocattoli per i bambini, in modo che i piccoli si sentano liberi di scegliere quello che preferiscono. La LEGO ha recentemente comunicato che eliminerà dai suoi giocattoli le etichette “per bambino” o “per bambina”. Perché questa scelta? Sussistono ancora stereotipi di genere, riguardo i giocattoli?

Vietato ai minori di 14 anni”. Questa l’indicazione per molti prodotti audiovisivi, spesso non rispettata né dai ragazzi né dai loro genitori ed educatori. Un libro ci ricorda quanto sia complesso per i più piccoli elaborare le immagini e i messaggi e saperli interpretare.

La chiusura al traffico del nucleo di Ligornetto ha fatto discutere. Ripercorriamo la vicenda.

Ne parliamo con:

Cristina Donini, Direttrice di Medicines for Malaria Venture

Marianne Villaret, Segretaria generale  FOSIT

Christian Rieger, presidente SILUG

Barbara Tamborini, psicopedagogista, coautrice di "Vietato ai minori di 14 anni"