(iStock)

Credenti svizzeri in calo: spiritualità in crisi?

Con Sarah Tognola e Daniele Rauseo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 
 

Ancora credenti in calo. Secondo l’ultima statistica dell’Istituto svizzero di sociologia pastorale di San Gallo, il numero di persone che nel 2019 ha abbandonato la chiesa cattolica sarebbe da record: 31’ 772, un quarto in più rispetto al 2018.
Tra i motivi, gli scandali di abusi venuti alla luce negli ultimi anni, il dibattito pubblico sulla morale sessuale della chiesa, la posizione della donna all’interno della chiesa.

Dati che rilanciano più di una riflessione: chi è oggi il buon credente? Per prestare fede bisogna sposare l’appartenenza a una comunità religiosa? L’ ateismo coincide sempre con l’indifferenza al “mistero della fede”?

Ne discutiamo con:
Vincenzo
Pacillo, sociologo delle religioni
Giovanni Barella, presidente dell’Associazione Svizzera Liberi Pensatori, sezione Ticino
Feri Mazlum, Comunità baha’i di Locarno
Rafael Zwiegincew, Centro buddhista di Locarno