(iStock )

Fermo Immagine

Fotogiornalismo tra storie ed attualità, con Maria Pia Belloni Elisa Manca

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
Fermo Immagine

Fermo Immagine

Fotogiornalismo tra storie ed attualità, con Maria Pia Belloni Elisa Manca

 
 

Una foto non la guardi, è lei che ti cattura, se l’occhio e l’anima del fotografo hanno saputo offrirti in un emozione, la forza, la bellezza o la brutalità di un evento, di un pensiero. Ebbene si, la fotografia può anche intercettare il  pensiero di una persone,  il simbolo il ruolo, di un luogo o di un oggetto, se dietro c’è una storia appassionante, che si è scelto di approfondire e raccontare con l’arte di pochi scatti.

Ma come si diventa Fotoreporter, a chi si guarda e dove si studia in Svizzera, e da dove si parte per un lavoro che spesso parla di corse, di sfide contro il tempo, contro le bombe  e contro la banalizzazione dell’immagine, che è in sovrabbondanza nel nostro vivere contemporaneo.

Che ruolo ha oggi il computer per il fotogiornalismo e come lavorano i fotoreporter delle agenzie internazionali?

Prendendo spunto dai premi Svizzeri ed internazionali attribuiti proprio in questi giorni, parleremo di fotogiornalismo dal locale al globale. Parleremo anche del Virus Sars Cov 19 che ha bloccato gli spostamenti dei fotoreporter di mezzo mondo, i quali hanno portato i loro occhi ed i loro obiettivi, dentro la cruda realtà della malattia.

Per mettere a fuoco il tema con noi:

Didier Ruef fotoreporter di esperienza internazionale
Francesca Agosta fotoreporter e cofondatrice dell’agenzia Ti Press
Gabriele Putzu Fotoreporter e Fotoeditor
Pablo Gianinazzi vincitore del primo premio Swiss Press Photo 2021 nella categoria attualità per la serie “Primo ospedale Covid in Svizzera”