iStock
iStock

Oltre l'orizzonte, verso l'infinito

Con Nicola Colotti e Elisa Manca

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
Oltre l'orizzonte, verso l'infinito

Oltre l'orizzonte, verso l'infinito

Con Nicola Colotti e Elisa Manca

 
 

“E quindi uscimmo a riveder le stelle” si legge al termine del periglioso viaggio lungo i gironi dell’inferno dantesco. La volta celeste, la vasta arena cosmica (come la definiva l’astrofisico americano Carl Sagan) rappresenta da sempre un oltre misterioso e affascinante verso cui l’umanità si è lanciata con l’osservazione empirica prima, l’ausilio degli strumenti della scienza e della tecnologia poi: dal sestante, passando per il telescopio fino alle sonde spaziali, senza dimenticare la mitologia, la poesia fino all’antropologia. È la spinta primordiale verso tutto quanto sta al di là dei ristretti confini dell’atmosfera terrestre e che rappresenta tuttora, in gran parte, un terra incognita dalla quale ci sentiamo inesorabilmente attratti. Perché, e con quali conseguenze per i destini dell’umanità?

Ospiti:
Marco Bersanelli, professore di astronomia e astrofisica, direttore della scuola di dottorato in fisica, astrofisica e fisica applicata dell’Università degli Studi di Milano. Autore di "Il Grande spettacolo del cielo, 8 visioni dell'universo dall'antichità ai giorni nostri" Sperling & Kupfer
Piero Boitani, filologo, saggista, Professore di Letterature Comparate all'Università La Sapienza di Roma. Autore del “Il grande racconto delle stelle” (Ed il Mulino)
Amalia Ercoli Finzi, ingegnera aerospaziale e ricercatrice, già docente di meccanica orbitale al Politecnico di Milano
Giovanni Pellegri, neurobiologo, docente universitario (USI), divulgatore scientifico, fondatore e responsabile de L’Ideatorio dell’USI