(iStock)

Ottobre rosa, l’olfatto nelle neuroscienze e il calcio al femminile della A.S Gambarogno

Con Isabella Visetti e Roberta Nicolò

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 
 

Diversi i temi in campo per questa puntata di uno oggi.

Il mese di ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno, diversi appuntamenti per sensibilizzare e prevenire questa malattia. Le testimonial di questa importante campagna incoraggeranno altre donne ad approfittare degli esami di diagnosi precoce nonostante la pandemia e, in caso di malattia, a cercare sostegno tra i loro conoscenti e presso i servizi specializzati. Tra i volti noti anche quello di Nina Dimitri.

L’olfatto è certamente uno dei sensi che, più di altri, ha la capacità di evocare ricordi, ci fa assaporare pietanze ancor prima di averle gustate, è in grado di intercettare anche i famosi feromoni sessuali che provocano interesse sessuale in un altro individuo. Ma cosa succede quando l’olfatto se ne va? Ci sono varie patologie che possono privarci di questo senso e allora si rendono necessari interventi riabilitativi. L’olfatto ha grande fascino ed ha perfino ispirato lo scrittore Patrick Süskind.

Il calcio appassiona moltissimi tifosi in ogni parte del mondo, uno sport che si vuole ancora appannaggio maschile, ma che ha ormai intercettato in maniera diffusa l’interesse anche delle donne. In Ticino c’è una società sportiva che ha fatto del calcio femminile il centro della sua attività. L’Associazione Sportiva Gambarogno vanta 120 tesserate e ben 7 squadre a dimostrazione che il calcio è davvero uno sport per tutte.

Ne discutono a Uno Oggi:
Augusto Pedrazzini,
Oncologo, collabora con l'Associazione Triangolo
Erna Ramelli, Infermiera specializzata in senologia
Alba Masullo, Direttrice della Lega cancro Ticino
Anna D’Errico, Neuroscienziata e divulgatrice scientifica
Giovanni Milani, Associazione sportiva Gambarogno