What’s up, Switzerland?

Ricerca sulle conversazioni elettroniche

lunedì 22/12/14 10:10

Il nostro quotidiano, da una decina d’anni, è stato travolto dalla Rete e da tutti quegli aggeggi tecnologici, uno su tutti lo smartphone, che lentamente hanno o stanno cambiando il nostro modo di vedere il mondo e di esprimerci.

Per questo, qualche tempo fa, molti linguisti delle Università di Zurigo, Berna e Neuchâtel hanno avviato una ricerca con tanto di conversazioni donate volontariamente dagli svizzeri che è stata soprannominata "What’s up, Switzerland?"!  Un grande progetto plurilingue, in cui vengono analizzate conversazioni sia nelle lingue nazionali svizzere (tedesco, francese, italiano e romancio), sia in lingua inglese.

Whatsapp, per chi non lo conoscesse, è applicazione di messaggistica istantanea in tempo reale che consente di inviare e scambiare messaggi gratuitamente se però si è allacciati al wi-fi. Con noi al telefono, Bruno Moretti, professore di linguistica all’Università di Berna e responsabile per la parte italiana di questa ricerca.

Mario

Seguici con