A caccia di una maglia da titolare per sabato
A caccia di una maglia da titolare per sabato (Keystone)

"Abbiamo capito tutti i nostri errori"

Loris Benito ricorda quei sei sciagurati minuti contro la Danimarca a Basilea

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dall'inviato a Losanna Marcello Ierace

La meteo è decisamente cambiata sul cielo di Losanna. Il sole e il piacevole tepore di un inizio autunno che ancora sapeva d’estate, hanno lasciato bruscamente il passo ad una pioggerellina gelida che invece strizza già l’occhio all’inverno. Un clima non particolarmente amichevole per quasi tutti noi, ma che permette alla Nazionale svizzera di meglio abituarsi a ciò che troverà a partire da domani pomeriggio a Copenaghen, dove, tra l’altro, venerdì pare sia pure prevista un’importante precipitazione. “Sì diciamo che questo tempo è perfetto per abituarsi alla Danimarca, anche se un po’ meno perfetto per allenarsi”, ammette Loris Benito.

L’ex difensore dell’YB, ora al Bordeaux, era in campo a Basilea lo scorso 26 marzo, quando i rossocrociati nei sei, sciagurati, minuti finali gettarono alle ortiche una splendida prestazione contro i danesi, che avrebbe – oggi, a conti fatti – reso le sfide di sabato e martedì ben più tranquille. “Subito dopo la partita non ci siamo resi conto esattamente cosa era davvero successo – ricorda lo stesso Benito – Poi però abbiamo riguardato i video e abbiamo capito cosa abbiamo sbagliato e cosa avremmo dovuto fare meglio”.

Nello sport è importante fare errori, però non bisogna ripeterli Loris Benito

Proprio in quella sfida contro la Danimarca Loris Benito sostituì ad inizio ripresa Ricardo Rodriguez. Laterale del Milan che non sta certamente vivendo – come tutto il club rossonero – un periodo particolarmente felice tanto che, nelle ultime partite, l’elvetico ha anche perso il proprio posto da titolare. Chissà dunque che, in queste condizioni, Petkovic non possa far partire sabato negli undici iniziali proprio il neoacquisto girondino… “Ovviamente non posso rispondere a questa domanda, è il mister che decide e che ha la formazione in testa – afferma Benito – Io mi farò trovare pronto, altrimenti continuerò a lavorare come sempre”.

 
 
Condividi