Uno dei volti nuovi dei rossoblù
Uno dei volti nuovi dei rossoblù (Ti-Press)

"Contento di essere un punto di riferimento"

Il giovane Chiasso si affida all'esperienza del veterano Urbano

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Chiasso si appresta a debuttare, stasera alle 19h00 sul campo del Servette, nella Challenge League 2017-18. I momò, visti anche i 34 movimenti di mercato effettuati quest'estate tra arrivi e partenze, sono nuovamente all'anno zero. Il gruppo con l'età media più bassa tra le 20 squadre professionistiche in Svizzera dovrà allora affidarsi all'esperienza di uno dei volti nuovi, Orlando Urbano. "Si la squadra è molto giovane - ha detto il 34enne - infatti quando sono stato contattato i dirigenti mi hanno chiesto proprio di portare un po' di esperienza. Sono contento di poter essere un punto di riferimento e spero di dare l'esempio giusto".

"Ben vengano allenatori che insegnano calcio" Orlando Urbano

Nella stagioni passate a Lugano Urbano ha lavorato con diversi allenatori. Uno di essi è stato Zdenek Zeman, il cui gioco per il difensore ha delle similitudini con quello voluto dal nuovo tecnico del Chiasso, il 28enne spagnolo Guillermo Abascal. "Anche lui ci chiede di giocare molto la palla. Spero che questo porti alla crescita importante di tutta la squadra e di qualche giovane in particolare. Con Zeman a Lugano è esploso Alioski, magari a Chiasso potrebbe esplodere qualcun'altro", ha concluso Urbano.

 
Condividi