Lovric ha messo a segno il gol del definitivo 2-0
Lovric ha messo a segno il gol del definitivo 2-0 (Ti-Press)
Lugano
2
Lucerna
0
  • 80' Kecskés
  • 88' Lovric
Tabellino Risultati e classifiche

Lugano perfetto, il Lucerna frena a Cornaredo

Splendida prestazione dei bianconeri che hanno sconfitto la squadra dell'ex Celestini

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Lugano ha trovato tre punti pesantissimi, cogliendo il primo successo (2-0 il risultato finale) dal ritorno alle competizioni dopo lo stop per coronavirus, e al contempo ha fermato la corsa di una delle squadre più in forma del momento, il Lucerna dell'ex Celestini. Il tutto in una serata gestita in modo perfetto dalla squadra di casa, capace di colpire in modo fatale all'80' con il rientrante Kecskes, il quale ha incornato perfettamente dopo un angolo ben calciato da Lovric. Ma è stata indubbiamente anche la serata di Celestini, tornato a Cornaredo otto mesi dopo l'esonero subito lo scorso 28 ottobre. Celestini che poco è rimasto disoccupato e, da gennaio, ha preso in mano le redini della squadra della Svizzera centrale, portandola ad una splendida cavalcata in questo 2020 senza sconfitte, con ben cinque vittorie in sei partite, almeno fino a stasera.

Davanti a mille spettatori - il massimo consentito dalle attuale normative sanitarie federali - le due formazioni, entrambe ben messe in campo, si sono di fatto annullate lungo gran parte dell'incontro. Jacobacci ha provato a cambiare un po' le carte schierando un inedito 3-5-2 e lasciando Bottani - non brillantissimo contro il Servette - in panchina e sostituendolo con Lovric. Ma poco è realmente cambiato e davvero poche sono state le occasioni da rete nitide: nel primo tempo Janga si è trovato in buona posizione in area lucernese al 40', mentre nella ripresa da segnalare giusto un bel tiro a giro del solito generoso Gerndt al 56'. Si è comunque visto più Lugano che Lucerna e il gol di Kecskes - il suo primo con la maglia bianconera - è il risultato di una logica inerzia del gioco. Che ha poi portato, otto minuti più tardi, al raddoppio firmato da Lovric, la cui punizione è stata deviata in modo decisivo alle spalle del portiere ospite Müller.

 
 
 
 
Condividi