Numero uno
Numero uno (Keystone)

Sommer pararigori, in difesa manca Akanji

Le pagelle: Embolo in crescita, per Yakin altro obiettivo centrato

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

dall'inviato a San Gallo Paolo Laurenti

SOMMER 5,5: un intervento prodigioso nel primo tempo e l’ennesimo rigore parato. Si mostra oltretutto sicuro anche nelle uscite alte. Una certezza. Il migliore in campo.

WIDMER 4+: in fase di copertura non è aiutato da Shaqiri, tutto sommato dalla sua parte non si corrono grandi pericoli e nella ripresa compie una provvidenziale chiusura su Havel a pochi passi dalla porta.

SCHÄR 4: trascinato fuori posizione in occasione della rete ceca, ma meno in difficoltà del suo compagno di reparto.

ELVEDI 3: accusa l’assenza di Akanji al suo fianco. Incerto, in ritardo sul gol e impacciato in occasione del rigore causato.

RODRIGUEZ 4: è alla 100esima presenza in Nazionale. Non la migliore. Nel primo tempo fatica a tenere Cerny, meglio nella ripresa.

XHAKA 4,5: sbaglia il primo pallone all’89esimo. Dà sempre un appoggio sicuro ai compagni.

FREULER 5: pulito in fase di costruzione e di interdizione. Impreziosisce la sua buona gara con la rete che sblocca il punteggio dopo un avvio di gara complicato per la squadra.

SOW 4: un paio di buoni inserimenti poi si perde un po’ col passare della partita.

VARGAS 4: si danna, corre, tiene in apprensione il proprio marcatore, ma ancora poco concreto.

EMBOLO 4,5: finalmente in gol alla prima occasione, ne sbaglia una clamorosa a inizio secondo tempo e sfiora la doppietta (gran parata di Stanek) poco più tardi. Non apprezza la sostituzione.

SHAQIRI 4,5: impiega un quarto d’ora ad accendersi poi però ogni palla che tocca diventa un potenziale pericolo per gli avversari.

STEFFEN  3,5: un paio di scatti fulminanti, poi sul più bello combina poco o cade goffamente da solo

SEFEROVIC 3,5: serve un ottimo pallone a Vargas (che poi segna scattando però in fuorigioco), tuttavia è lontano dalla forma migliore e scende nella gerarchia dei centravanti elvetici.

ZAKARIA NG

AMDOUNI NG

JASHARI NG

 

YAKIN 5: a San Gallo la squadra non brilla e spesso rischia, ma ottiene comunque la terza vittoria consecutiva e la salvezza in Nations League. Dopo la qualificazione diretta ai Mondiali, altro obiettivo centrato in poco più di un anno di lavoro.

 
Condividi