L'inizio della fine
L'inizio della fine (Ti-Press)
Lugano
2
Ginevra-Servette
6
  • 24' Bödker
  • 55' Fazzini
  • 2' Miranda
  • 3' Smirnovs
  • 6' Rod
  • 7' Mercier
  • 30' Moy
  • 36' Vermin
Tabellino Risultati e classifiche

Il Lugano resta in vacanza, il Ginevra festeggia

Dopo la settimana di pausa i bianconeri mancano l'entrata in materia e vengono travolti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un inizio di incontro da incubo ha condannato il Lugano a una serata di sofferenza e umiliazione contro il Ginevra, impostosi alla fine per 6-2 alla Cornèr Arena. I romandi grazie a 4 reti realizzate nei primi 6'52" hanno conquistato in scioltezza i tre punti e scavalcato i sottocenerini in classifica a cavallo della linea che divide le prime sei, qualificate direttamente ai playoff, dalle altre. Negli ultimi 10 anni solo il Friborgo, nel gennaio scorso a Davos, aveva vissuto un'entrata in materia più catastrofica (4 gol subiti nei primi 5'30").

Reduce da 8 giorni senza partite dopo il tour de force di gennaio e inizio febbraio, la formazione di Pelletier ha avuto la prima grande occasione con un doppio tentativo di Lajunen e Arcobello, ma ha poi incassato la rete d'apertura di Miranda, libero di tirare comodamente due volte per infilare Schlegel. Da lì sono bastati poco più di 5' agli ospiti per praticamente mettere al sicuro il successo, con tre gol favoriti dallo smarrimento dei padroni di casa. Nemmeno il cambio portiere sul 3-0 ha sortito effetto, con Zurkirchen che come amaro regalo per il suo 31o compleanno è stato subito superato da Mercier.

Il Lugano ha avuto il merito di non arrendersi subito, provando a reagire. La bella deviazione vincente di Boedker a inizio periodo centrale ha acceso una piccola speranza, smorzata però a cavallo di metà partita dai centri di Moy e Vermin, che hanno chiuso definitivamente l'incontro. Solo di cosmesi il 12o gol stagionale di Fazzini, con il Servette a infliggere la terza batosta consecutiva al Lugano dopo il 7-3 e il 5-2 ottenuti alle Vernets. I bianconeri avranno già la possibilità di vendicarsi domani sera, nell'immediata rivincita programmata ancora in riva al Ceresio.

 
Condividi