L'esultanza del matchwinner Arcobello
L'esultanza del matchwinner Arcobello (Keystone)
Lugano
4 ds
Davos
3 ds
  • 17' Bürgler
  • 27' Fazzini
  • 48' Suri
  • 64' Arcobello
  • 37' Knak
  • 45' J.Thornton
  • 60' Nygren
Tabellino Risultati e classifiche

Il Lugano torna a giocare e a vincere

I bianconeri hanno sconfitto per 4-3 il Davos all'OT nel match della Cornèr Arena

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo 13 giorni di assenza il Lugano è finalmente tornato a pattinare sul ghiaccio della National League, e lo ha fatto con una prestazione tutto sommato convincente. I bianconeri, nonostante le pesanti assenze di Bertaggia, Zurkirchen e Traber (ancora in isolamento in quanto positivi al COVID-19), hanno infatti sconfitto per 4-3 all'overtime il Davos nel match di cartello della Cornèr Arena.

La squadra di Pelletier, come di consuetudine in questo primo scorcio di campionato, ha approcciato l'incontro a spron battuto, senza però riuscire trovare il guizzo vincente utile a concretizzare la mole di gioco prodotta. Superate indenni le prime due situazioni di inferiorità numerica, che hanno restituito vitalità ad un Davos fin lì un po' spento, a sbloccare la contesa ci ha quindi pensato Bürgler al 16'47", autore in power play di una staffilata di pregevole fattura. Un magnifico tiro di Fazzini, terminato all'incrocio dei pali, ha poi permesso ai bianconeri di trovare il raddoppio all'inizio del periodo centrale, ma invece di capitolare, i grigionesi hanno accorciato le distanze al 36'04" grazie alla rete del classe 2002 Knak.

Il terzo periodo si è aperto con una doccia fredda per Carr e compagni. Di nuovo in situazione di superiorità numerica (la quinta della partita!), al 44'35" un Davos davvero galvanizzato ha infatti agguantato il pareggio grazie a Thornton, complice un intervento tutt'altro che eccellente dell'estremo difensore Schlegel. Come successo in precedenza ai loro avversari, i bianconeri non si sono però fatti abbattere dal colpo subito, e pochi minuti dopo hanno ritrovato il vantaggio smarrito grazie alla "pattinata" decisiva di Suri. Ormai sicuri dei tre punti, i bianconeri si sono però fatti riprendere al 59'58" da Nygren, che ha così rinviato il verdetto al supplementare, deciso da una rete del top scorer Arcobello.

 
 
 
 
 
Condividi