L'attaccante e l'allenatore del Lugano (rsi.ch)

"Il nostro rapporto è migliore di prima"

Tra Damien Brunner e Greg Ireland non c'è alcun problema

mercoledì 10/01/18 11:45 - ultimo aggiornamento: giovedì 11/01/18 08:39

di Andrea Torreggiani

"Sono sorpreso che questa storia sia uscita tre settimane e otto partite dopo i fatti". Questa la reazione di Damien Brunner dopo la pubblicazione da parte del Blick del racconto di una forte discussione tra lui e Greg Ireland durante la partita con il Bienne del 23 dicembre. "Non so quale intenzione avesse il giornalista che ha scritto l'articolo - ha proseguito il 31enne - quello che so è che io ed il coach il giorno dopo ci siamo chiariti e la storia è finita lì. Sono cose che succedono, ero frustrato per come stavo giocando, dentro di me c'erano tante emozioni e tanta adrenalina ed ho perso un attimo il controllo".

Sulla stessa lunghezza d'onda è anche l'allenatore bianconero: "Non è stata la prima volta nella mia carriera che mi sono trovato in una simile situazione e sicuramente non è stata l'ultima", ha detto Ireland. "Il mio rapporto con Damien era già buono prima, ma ora è addirittura migliore, perché i confronti aiutano a crescere. Credo che si sia creata una storia troppo grossa su qualcosa che in Nordamerica accade molto spesso".

"Siamo tutti e due dispiaciuti di quanto è successo, ma fa parte del nostro lavoro, un lavoro nel quale bisogna sempre metterci tanta passione"

Greg Ireland

In un articolo pubblicato oggi il Blick ha riportato di un attacco verbale del numero 98 nei confronti del suo allenatore durante la prima pausa della partita alla Resega contro il Bienne. Ireland si è arrabbiato con Brunner perchè quest'ultimo ha anticipato di qualche secondo rispetto alla sirena il rientro negli spogliatoi, e l'attaccante ha reagito insultandolo e colpendo un tavolo con il suo bastone. Il coach dal canto suo ha poi lasciato in panchina il giocatore per il resto della partita.

 

Seguici con