Fanno festa solo i grigionesi
Fanno festa solo i grigionesi (JustPictures)
Davos
5
Ambrì Piotta
3
  • 14' Baumgartner
  • 24' Corvi
  • 26' Frehner
  • 34' Nygren
  • 40' Kienzle
  • 42' Ngoy
  • 45' Nättinen
  • 55' Zwerger
Tabellino Risultati e classifiche

L'Ambrì si sveglia tardi nella trasferta di Davos

Serata amara per i biancoblù, che incassano la quinta sconfitta consecutiva

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Si allunga la striscia di insuccessi dell'Ambrì, che a Davos ha raccolto la quinta sconfitta consecutiva, la sesta negli ultimi sette incontri. Anche contro un Davos rimaneggiato e con soli due stranieri in pista, la truppa di Luca Cereda non è riuscita a trovare la necessaria costanza (e fortuna) offensiva per battere i grigionesi, subendo così la dura legge di Ambühl e compagni vittoriosi per 5-3. I ticinesi, con Ciaccio schierato tra i pali ma sostituito al 33'45'' dal rientrante Conz per dare una scossa alla squadra, restano così fermi al decimo posto a quota 34 punti.

Questo nonostante ad animare subito la sfida fossero stati i leventinesi, maggiormente propositivi nelle fasi iniziali e vicini a sbloccare il punteggio con i ferri scheggiati dalle conclusioni di Trisconi e Hächler. Complice la poca freddezza sotto porta di Flynn e compagni, a passare per primi in vantaggio sono però stati i padroni di casa grazie al giovane Baumgartner. La reazione ticinese, a causa anche di qualche penalità di troppo, si è fatta attendere e così i gialloblù ne hanno approfittato: Corvi (con l'Ambrì in powerplay!) prima e Frehner poi hanno trovato l'allungo.

Con il risultato sotto controllo, i padroni di casa hanno dilagato ancora nella seconda frazione grazie alle segnature di Nygren, in powerplay, e dell'ex Kienzle. La tardiva reazione ospite è arrivata solo nel terzo periodo, quando le reti di Ngoy e Nättinen hanno dato una scossa alla squadra ospite. A dare nuovo slancio ai sopracenerini ci ha pensato Zwerger, sfruttando un errore di Aeschlimann. La rimonta, nonostante il forcing finale di Perlini e compagni, è però rimasta incompiuta.

 
 
Condividi