Durante la conferenza stampa
Durante la conferenza stampa (Ti-Press)

"L'attitudine sarà l'ingrediente numero uno"

Capitan Elias Bianchi lancia la stagione del suo Ambrì

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Ariele Mombelli

L'Ambrì si appresta a iniziare la sua 36a stagione consecutiva nella massima lega svizzera, ma mai come questa volta il processo di avvicinamento al campionato è stato caratterizzato da incertezza: "Sì, la preparazione è stata sicuramente più difficile - ha esordito capitan Elias Bianchi, unico giocatore presente nella conferenza stampa di inizio stagione per evitare possibili problematiche legate al coronavirus - Lo spostamento ad ottobre dell'esordio ci ha creato un buco di difficile lettura. Diciamo che la prima parte è stata come quella degli scorsi anni, mentre la seconda è stata conseguentemente adattata".

Siamo più che pronti per iniziare, questo è quello che conta Elias Bianchi

In un Ambrì che sarà ai blocchi di partenza senza un difensore straniero, sono tanti i giocatori chiamati a responsabilizzarsi. Tra questi, alla ricerca di una collocazione nel lineup, ci sono anche Kneubühler e Grassi. "Se sono loro che possono portarci quel qualcosa in più? Tutti sono importanti, è vero che entrambi hanno le qualità per giocare sia in una linea offensiva che in una linea difensiva. Hanno dimostrato di sapersi adattare, ma quello che sarà fondamentale è la chimica che andrà a crearsi tra le varie linee", ha detto il ticinese.

Nättinen è il tipico ragazzo finlandese un po' timido, ma ha un potenziale enorme Elias Bianchi

Quello che è certo è che i biancoblù non cambieranno di una virgola. La chiusura del capitano: "Quello che vogliamo portare sul ghiaccio a livello di attitudine non cambia tanto. Poi è chiaro che con il passare degli anni ci sono degli aspetti già consolidati che si vogliono migliorare. Da questo punto di vista abbiamo provato anche delle cose nuove."

 
Condividi