Hockey

Lo spettacolo offerto non premia il Lugano

Una buona prova dei bianconeri non basta, il Bienne esce alla distanza

  • 15 September 2023, 20:02
  • 16 September 2023, 08:01
  • SPORT
Lugano e Bienne

Un Koskinen in grande serata non è bastato

  • Ti-Press

0 - 3

0-0

0-0

0-3

Lugano

Bienne

  • 53'

    Yakovenko

  • 57'

    Brunner

  • 59'

    Olofsson(EN)

di Luca Steens

Lugano e Bienne hanno subito regalato spettacolo nella prima uscita stagionale di NL: una partita tirata, ricca di ritmo e con parecchie belle trame da una parte e dall'altra alla fine ha premiato gli ospiti per 3-0. A mancare sono stati solo alcuni spettatori in più che la sfida avrebbe meritato (per l'esordio 4705 sono un po' pochi), e qualche rete in più, ma i finlandesi Koskinen da una parte e Säteri dall'altra hanno subito sfoderato una prestazione maiuscola a difesa delle rispettive gabbie. Insomma, per i bianconeri tanti punti positivi nonostante i zero gol segnati e la sconfitta.

La formazione di Gianinazzi, scesa in pista senza gli infortunati Joly e Wolf, ha subito preso in mano le redini della partita. Il primo tiro pericoloso della stagione ha portato la firma di Ruotsalainen all'1'30". Il finnico, oltre al suo connazionale in porta, a capitan Thürkauf e Morini, è stato tra i più propositivi e in evidenza in una prestazione comunque buona di tutta la squadra, e ha pure colpito un palo in powerplay poco dopo metà partita rispondendo a quello di Hofer di 44" prima. I primi due tempi sono stati quasi tutti a tinte bianconere; se nel primo le occasioni migliori le hanno però avute i Seeländer, nel secondo Zanetti, Fazzini e Carr nei primi 10' non hanno concretizzato delle ghiotte opportunità. I padroni di casa hanno sofferto in pratica solo quando in pista c'era la linea di Sallinen, Rajala e Kessler.

Nonostante un powerplay che ha girato bene con il pericoloso uomo schierato davanti alla porta avversaria, sul finire di periodo centrale due penalità consecutive (con 39" a 5 contro 3) non sono bastate ai luganesi per aprire le marcature. Nel terzo tempo i sottocenerini hanno sofferto di più e sono stati salvati ancora dal ferro su una sassata di Rajala al 50'08", ma poi nulla hanno potuto sull'incursione di Yakovenko al 52'24" e sulla deviazione del solito ex Brunner al 56'51", che ha chiuso i giochi prima della rete a porta vuota di Olofsson.

La sintesi del Lugano a partire dal minuto 12'23"

A tutto hockey

  • 15.09.2023
  • 21:45

Il servizio con Julian Walker (Rete Uno Sport 16.09.2023, 08h00)

  • 16.09.2023
  • 07:30

Il commento di Paolo Laurenti (Notiziario 16.09.2023, 09h00)

  • 16.09.2023
  • 07:30

Correlati

Ti potrebbe interessare