L'esordiente Arcobello circondato dagli avversari
L'esordiente Arcobello circondato dagli avversari (Ti-Press)

Lugano sul velluto con i Rockets

Nel debutto di Biasca gli uomini di Pelletier segnano addirittura sette reti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Lugano ha iniziato con il piede giusto il suo percorso d'avvicinamento alla prossima stagione. I bianconeri, nella loro prima vera partita da fine febbraio, hanno infatti battuto i Ticino Rockets con un inequivocabile 7-1. Sul ghiaccio della Raiffeisen BiascArena senza il convalescente Lajunen e con Boedker, Haussener, Riva, Suri, Traber, Walker e Zurkirchen in sovrannumero, la squadra di Pelletier ha concretizzato la propria superiorità già in avvio, trovando il vantaggio dopo soli 22 secondi di gioco grazie a Loeffel. Favoriti da una prestazione poco pimpante dei padroni di casa, comprensibilmente appesantiti dall'impegno di ieri contro l'Ambrì Piotta, gli ospiti hanno poi dilagato. Al 14'24" è così arrivato il raddoppio di Bertaggia - capitano di giornata - che ha spianato la strada a ulteriori cinque reti, tra cui la doppietta di Romanenghi e i gol dei giovanissimi Werder e Ugazzi. Infradiciati dalla pioggia di reti bianconere, i Rockets hanno trovato solo la consolazione del punto della bandiera, siglato da Schwab al 46'17".

 
 
 
 
Condividi