Motivatissimo
Motivatissimo (rsi.ch)

"Mi sento al 100%, l'obiettivo sono i playoff"

Dopo una lunga assenza Jiri Novotny è pronto a tornare in pista con l'Ambrì

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il calvario di Jiri Novotny è finalmente terminato. L'attaccante ceco dell'Ambrì è tornato a disposizione di Luca Cereda dopo l'infortunio al ginocchio sinistro che l'ha tenuto fermo dallo scorso luglio e potrebbe addirittura fare il suo debutto stagionale già domani sera a Friborgo, visto che sia Brian Flynn, sia Scottie Upshall sono in dubbio per la partita della BCF Arena. "In questo momento penso di essere il ragazzo più fortunato al mondo - ha detto Novotny - Non gioco una vera partita da quasi un anno (il 19 marzo 2019, gara-5 dei quarti di finale dei playoff a Bienne, ndr), ma insieme agli allenatori ed allo staff medico ho lavorato duramente per rientrare il più in fretta possibile. Ringrazio l’Ambrì per aver avuto la pazienza di aspettarmi, ora sono al 100% e sono pronto per aiutare la squadra".

Oggi mi sono allenato molto bene in linea con Zwerger e Müller, ma tutto può cambiare, il lineup lo scoprirete solo domani Jiri Novotny

Novotny è stato uno dei tanti, tantissimi infortunati nelle file dell'Ambrì in una stagione fin qui davvero sfortunata dal punto di vista dei ferimenti. "Nella mia carriera non ho mai giocato in una squadra con l'infermeria costantemente piena - ha sottolineato il 36enne - I ferimenti sono stati troppi, ma l’hockey è uno sport duro, fisico, e purtroppo queste cose succedono. Fin qui comunque chi è stato chiamato a sostituire un compagno infortunato ha fatto un gran lavoro".

Gli infortuni non ci hanno aiutati, ma non sono una scusa, dobbiamo solo lottare Jiri Novotny

Con 11 partite ancora da giocare, l'Ambrì ha sette punti di ritardo dal Langnau ottavo, che ha pure disputato un incontro in meno. Prendere parte per il secondo anno consecutivo ai playoff non sarà facile... "Nessuno nello spogliatoio parla di playout - ha risposto Novotny - Sappiamo quanti punti ci mancano per raggiungere un posto nei playoff e ci sono ancora tante partite da giocare. Ora siamo concentrati su quella di domani, poi penseremo alla prossima. Bisogna fare un passo dopo l’altro, ogni avversario è difficile da affrontare, ogni sfida sarà complicata, a cominciare da quella di Friborgo. Non possiamo pensare troppo alla classifica: se domani vinceremo avremo tre punti in più, poi si vedrà. Io non sono preoccupato, il nostro è un gruppo molto forte mentalmente, quindi l’obiettivo restano i playoff".

 
Condividi