"Se ne frega del pericolo, vuole tenere vive le sue possibilità di titolo" (Keystone)

"Ha l'obiettivo campionato e accetta il rischio"

Carlo Pernat non è stupito dalla voglia di tornare subito di Marc Marquez

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Se gli appassionati così come i comuni spettatori sono rimasti a bocca aperta davanti alla volontà di Marc Marquez di provare a correre già questo weekend dopo l'operazione subita martedì, dal canto suo Carlo Pernat non è per nulla stupito dall'obiettivo dello spagnolo: "Non mi meraviglio più di tanto. Ne ho visto di tutti i colori in questo mondo: cose che un comune mortale non fa. Ci sono gli esempi di Lorenzo, Rossi e Capirossi. Marc ha richiamato la squadra che era andata a casa dicendole di ripresentarsi a Jerez perché lui vuole correre. Siamo davanti a un fenomeno vero. Però hanno dichiarato "sani" anche Rins e Crutchlow. Con un campionato così corto si cerca di sfruttare ogni minima occasione. Poi il rischio te lo prendi".

Sono dei pazzi scatenati Carlo Pernat

Il 71enne ex dirigente e manager del Motomondiale capisce il tentativo del pilota della Honda: "Rischia di compromettere tutta la stagione correndo subito dopo l'operazione, ma se fa due 0 è già abbastanza compromessa lo stesso. Lui quindi se ne frega, il suo obiettivo è di tornare a Jerez e quando si pone un obiettivo, come ogni pilota, non c'è niente che tenga. Lui poi è sempre un gradino sopra con gli obiettivi, sempre più alti del Monte Bianco. Non vuole lasciare andare il Mondiale. Se riesce a fare qualche punto bene, se no ci ha provato".

 
 
Condividi