Tempo di preparazione 30 min
Tempo totale 40 min
Difficoltà Facile
Le non cotolette con zucchine al limone
Preparazione 30 min Tempo totale 40 min
Livello della ricetta: Facile
Senza lattosio
Ingredienti
4 persone
Per le zucchine al limone:
  • 4.0 Zucchine
  • 2.0 Spicchi d'aglio
  • 2.0 Rametti di timo o erbe aromatiche a piacere
  • q.b. Zenzero fresco
  • q.b. Olio extravergine d'oliva (EVO)
  • q.b. Sale
Per le non cotolette:
  • 400.0 g Fettine di scamone da 1 cm di spessore
  • q.b. Pangrattato
  • 2.0 cucchiaio Capperi sotto sale
  • 1.0 Limone non trattato (scorza)
  • 1.0 Ciuffo di prezzemolo o erbe aromatiche a piacere
  • q.b. Olio extravergine d'oliva (EVO)
  • q.b. Pepe
  • 2.0 Spicchi d'aglio
Procedimento

Per preparare le zucchine al limone:
Direttamente in una padella antiaderente tagliare le zucchine con una mandolina, unire gli spicchi di aglio, il ciuffo di prezzemolo, la scorza di limone lasciata a pezzetti grandi, salare, aggiungere un goccio abbondante di olio extravergine di oliva e riporre sul fuoco con il coperchio. Lasciare cuocere per 5-10 minuti mescolando di tanto in tanto.
Per preparare le non cotolette:
Stendere le fettine in un piatto e irrorarle con abbondante olio extravergine di oliva, massaggiare la carne da entrambi i lati e lasciare riposare. Intanto, in un cutter tritare il prezzemolo unito ai capperi dissalati, all’aglio sbucciato e alla scorza di limone bio. Unire il trito al pangrattato aggiungendo una macinata di pepe a piacere, quindi stendere il pangrattato così aromatizzato in un piatto e passarci le fettine all’olio facendo aderire la panatura su entrambi i lati, facendo pressione. Scaldare una padella antiaderente con un goccio di olio extravergine di oliva e, quando ben calda, cuocervi le fettine qualche minuto per lato, giusto il tempo di dorarle in superficie.
Servire le non cotolette con le zucchine al limone.

GLI APPUNTI DI ALICE
- Le nostre scelte possono fare la differenza. Soprattutto se parliamo di carne: ridurne il consumo, sceglierla di qualità e proveniente da allevamenti LOCALI che rispettano l’ambiente e il benessere degli animali è necessario per fare qualcosa, nel nostro piccolo, per risolvere la crisi climatica. Non solo, poi, è vantaggioso per l’ambiente ma anche per la nostra salute.
- Uno studio di qualche anno fa (bastato sui consumi alimentari inglesi), ipotizzando diminuzioni in linea con quanto consigliato dalla Oms e dal grado di accettazione dei consumatori, evidenzia come anche una modifica modesta della dieta, con una riduzione del consumo di carni aderente alle linee guida nutrizionali, può determinare un abbattimento del 20% delle emissioni prodotte dal settore agricolo.
- Il World Cancer Research Fund raccomanda non più di 300 grammi a settimana, mentre suggerisce di consumare almeno cinque porzioni di frutta e verdura per un totale di almeno 400 grammi al giorno.
- L’Harvard School of Medicine restringe il limite di consumo di carni rosse a porzioni non superiori a 80 grammi, al massimo due volte a settimana.
- Lo IARC ha concluso che il consumo al di sotto dei 500 grammi alla settimana non costituisce un pericolo per la salute.

08 Le non cotolette con zucchine al limone 

Potrebbe interessarti