primi

Spaghettino freddo al pesto di ortica con tartare di trota e peperone agrodolce

  • Primavera
  • Pranzo
  • Cena
Spaghettini
Di:Christian Frapolli

Per preparare gli spaghettini: cuocere gli spaghettini n.3 in abbondante acqua salata per il tempo riportato sulla confezione, quindi scolarli in acqua e ghiaccio per fermarne la cottura e asciugarli su un canovaccio di cotone. Riunirli in una ciotola con un goccio di olio extravergine di oliva e tenere da parte.

Per preparare il pesto di ortica: lavare bene le ortiche e sbollentarle in abbondante acqua salata per 2-3 minuti sino a quando risulteranno morbide, quindi raffreddarle in acqua fredda.

Trasferire le ortiche in un boccale, aggiungere l’aglio, i pinoli, il formaggio Parmigiano Reggiano e lavorare il tutto con un frullatore ad immersione unendo olio extravergine di oliva, poco per volta, per ottenere un pesto omogeneo, cremoso ma non denso come un classico pesto di basilico. Aggiustare di sale e pepe.

Per preparare i peperoni agrodolci: mondare e tagliare a cubetti i peperoni, saltarli a fuoco vivace in una padella con un filo di olio extravergine di oliva, sfumare con il vino bianco, il succo di limone, infine aggiungere lo zucchero di canna e cuocere il tutto per qualche istante. I peperoni dovranno rimanere leggermente croccanti. Lasciare raffreddare.

Per preparare la tartare di trota: tagliare la trota salmonata a piccoli cubetti, riunirli in una ciotola e condirli con una grattugiata di scorza di limone e una di arancia, un pizzico di Fleur de Sel, una macinata di pepe e un filo di olio extravergine di oliva. Lasciare insaporire il tutto fino al momento di servire.

Per comporre il piatto: condire gli spaghettini n.3 con il pesto di ortiche e adagiarne un nido al centro del piatto, aggiungere la tartare di trota salmonata, i peperoni in agrodolce, un filo di olio di oliva extravergine e decorare il tutto con germogli.