Documentaristica

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le persone, le loro storie, il loro rapporto con il proprio Paese e con il mondo sono l’oggetto privilegiato dei documentari che i canali RSI trasmettono nei diversi spazi di palinsesto ad essi dedicati. Una tradizione di lunga data, testimoniata dai numerosi premi e riconoscimenti internazionali, che prosegue oggi anche nella forma delle coproduzioni nazionali.

I programmi dedicati alla documentaristica sono oggi affiancati da una serie di appuntamenti dedicati alle scienze, alla storia, alla natura, alla montagna, all’arte. Ma anche alla valorizzazione degli archivi, arricchiti nel corso degli anni da migliaia di documenti audiovisivi di grande valore storico.

 

Il settimanale d’approfondimento culturale racconta i fenomeni, le vicende, le storie che animano il tessuto sociale e che riassumono la cultura di un territorio privilegiando i temi emergenti nella nostra realtà, o altri temi socialmente rilevanti. Storie è un momento di riflessione mediata dalla narrazione documentaristica e dalla presenza di un ospite in studio. L’alta percentuale di documentari di produzione propria fa del programma una vetrina privilegiata per la documentaristica RSI. Una puntata del settimanale di approfondimento culturale della domenica sera costa in media 116'000 franchi.
 

 

Gli appuntamenti e gli speciali dedicati alla documentaristica d’acquisto di qualità, spesso reduce da affermazioni prestigiose nei festival internazionali, conducono per mano il telespettatore alla scoperta di tendenze e fenomeni sociali, costumi e mentalità diverse, viaggi, arte, curiosità. Ogni trasmissione costa in media 10'000 franchi a puntata.

 

Il settimanale di divulgazione su scienza, natura e tecnologia avvicina il grande pubblico alla cultura scientifica, mostrando come la scienza possa aiutarci a comprendere meglio molti aspetti della vita di tutti i giorni, e rende conto delle più importanti ricerche scientifiche in corso, con uno sguardo privilegiato sulla realtà svizzera e della Svizzera italiana. Il magazine scientifico della domenica costa in media 58’000 franchi.

 

La montagna come terreno da gioco per prestazioni sportive, come riserva naturalistica, come culla delle nostre tradizioni, come territorio che ospita personaggi fuori dalla norma e altro ancora. Sottosopra – curato da due nomi di primo piano dell’alpinismo e della cinematografia della montagna: Mario Casella e Fulvio Mariani – dà spazio a tutti questi aspetti alternando stili e modalità di racconto nella forma di un magazine, e privilegia le vicende umane di contadini, scrittori, alpinisti, guardie dei parchi e altri personaggi che hanno fatto scelte di vita legate alla montagna. Le undicipuntate del programma dedicato alla montagna sono costate 16'000 franchi ciascuna.

 

 

Il settimanale racconta i cambiamenti di un Paese attraverso i documentari realizzati e trasmessi nel corso dei decenni e oggi conservati nelle Teche RSI. Un prezioso patrimonio comune che manifesta in tutta la sua ricchezza il senso della missione di servizio pubblico e che, riportato alla luce del piccolo schermo, contribuisce a spiegare il presente, scavando nel passato e ripercorrendo storie e vicende individuali o collettive. Il settimanale che valorizza la documentaristica RSI del passato costa in media 3'000 franchi a puntata. Un costo particolarmente basso che si spiega proprio con il fatto che il programma fa capo a documentari d’archivio di produzione RSI, le cui repliche non richiedono costi supplementari.

 

Le sette puntate dello “Spettacolo dei libri” – questo il sottotitolo dell’edizione di Turné soirée dedicata alla lettura –, andate in onda a più riprese nel corso dell’anno, sono costate ciascuna 28'000 franchi.

 

Nella sua terza edizione, l’appassionante trekking lungo le vette della Svizzera italiana ha accompagnato il pubblico lungo un cammino di 140 chilometri fra le creste del canton Ticino e quelle dei Grigioni. Le cinque puntate di questo viaggio spettacolare sono costate in media 23’000 franchi.

 

Nell’estate 2020, in cui la libertà di movimento era ridotta e molti Svizzeri italiani sono rimasti in patria o a casa, la RSI ha proposto una “vacanza” incentrata sul territorio, all’insegna di scoperta, sorpresa e avventura. Ciascuno dei 16 episodi del programma è costato in media 21'000 franchi.

 

Salirò è un originale viaggio in bicicletta per conoscere, gustare e scoprire gli angoli più belli della nostra regione, chiacchierando con personaggi noti e meno noti della Svizzera italiana. Cinque le puntate andate in onda, con un costo medio di 34'000 franchi.

 

Storie, fatti, inchieste, temi, personaggi, vicende del passato, del presente, del futuro: è ricco e vario il menu della nuova trasmissione Sguardi sul mondo, che propone documentari prodotti o coprodotti dalla RSI. Il costo medio per puntata è di 48'000 franchi.

 

Le cinque puntate di Non te lo dirò mai ci hanno accompagnato alla ricerca dei funghi nella nostra regione, raccontando il rito del cercatore di funghi: partenza di buon’ora, scandaglio del bosco, rientro con il prelibato bottino. Ognuna è costata in media 29'000 franchi.

 

Un modo originale per raccontare i musei della Svizzera italiana con un tono leggero e scanzonato: Notte al museo, trasmesso nel 2021 in 5 puntate, è costato in media 38'000 franchi.

 

Otto realtà urbane della Svizzera, da scoprire tramite sfide giocose che permettono di raccontare il dietro le quinte dei nostri contesti cittadini. Questo viaggio in compagnia di Nicolò Casolini e dei suoi ospiti è costato 91'000 franchi a puntata.

 

Le serate speciali di taglio culturale, dedicate a temi, personaggi, luoghi e avvenimenti di rilevanza particolare per la nostra epoca, hanno avuto nel 2021 un costo medio di 80’000 franchi.

 

 

I 15 episodi del nuovo appuntamento RSI con le tematiche legate alla salute e alla medicina, che concilia approccio scientifico e tono divulgativo, sono costati in media 147'000 franchi.

 

 

Le trasmissioni dedicate alla documentaristica d’acquisto su natura, ambiente e viaggi hanno avuto nel 2021 un costo medio di 5'000 franchi.

 

I tredici appuntamenti televisivi con la rassegna internazionale del cinema che si tiene sulle rive del Verbano hanno avuto nel 2021 un costo medio di 39'000 franchi.