Intrattenimento e musica

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il sorriso, il relax, il divertimento sono componenti importanti delle nostre giornate. Questo bisogno di leggerezza, intimamente umano, è integrato a pieno titolo nell’offerta RSI. Non a caso nella Concessione SSR il Consiglio federale richiede alla radiotelevisione di servizio pubblico non solo di contribuire alla libera formazione delle opinioni, allo sviluppo culturale e alla formazione, ma anche di offrire al pubblico momenti di intrattenimento.

A questo mandato la RSI risponde sia attraverso gli appuntamenti quotidiani con giochi, quiz e gastronomia, sia con un’offerta importante di programmi musicali che spaziano dalla classica al pop, al jazz. Un capitolo a parte sono i programmi dedicati al pubblico dei bambini, in cui il divertimento va di pari passo con la voglia di apprendere e sperimentare.

 

 

TV offrono al pubblico momenti di pausa nel flusso della giornata, aggiungendo un pizzico di suspense e spesso proponendo ai telespettatori di sostituirsi idealmente ai concorrenti mettendo in gioco le proprie conoscenze e capacità. I giochi e quiz che percorrono il palinsesto de LA 1 dal pomeriggio alla fascia preserale costano in media 8'000 franchi a puntata.


 

Doposcuola d’intrattenimento e educazione per i più piccoli, Diadà – che mescola animazioni e telefilm d’acquisto con “vecchie” produzioni RSI come S-rini e Peo Gallery – è costruito tenendo conto della sensibilità e dei gusti dei bambini tra i quattro e i dodici anni. Doposcuola d’intrattenimento e educazione per i più piccoli con animazioni e telefilm d'acquisto, Diadà costa in media 1’000 franchi a puntata.

 

Il linguaggio simpaticamente sgrammaticato, la voglia di conoscere e l’entusiasmo irrefrenabile hanno fatto del cane blu il personaggio più amato della RSI. Peo accompagna i bambini tra un’animazione e l’altra, e con i suoi amici, che ospita in trasmissione, è protagonista di scenette in cui scopre qualcosa di nuovo giocando con la natura, la scienza, l'arte, lo sport, il cinema. L'appuntamento con il personaggio più amato della RSI costa in media 19'000 franchi a puntata (compreso i filmati d'acquisto).

 

Il costo dei programmi musicali RSI può variare molto: si va dalle poche centinaia di franchi a puntata di alcune produzioni d’acquisto alle diverse decine di migliaia per le più complesse produzioni proprie. Nel 2020 il costo medio dei programmi musicali è stato di 7'000 franchi a puntata. Le prestazioni dell’Orchestra della Svizzera italiana, con i sussidi all’OSI versati da SSR/RSI, l’attività del Coro della RSI e del gruppo strumentale I Barocchisti e le spese per le stagioni concertistiche ammontavano a 3,5 milioni di franchi.

 

Un indefinibile bestiola a strisce colorate che non riesce a trattenere l’ilarità e, lentamente ma inesorabilmente, finisce per scoppiare in una risata irrefrenabile e contagiosissima. Stripy, creato da Bruno Bozzetto negli anni ’70, è da allora simbolo e sigla del popolare contenitore di cartoni animati della RSI.  Ogni puntata del programma è costata circa 1000 franchi.

 

Talk show irriverente, impertinente e pieno di sorprese condotto da Nicolò Casolini. Politicamente scorretto si gioca sull'interazione decisamente insolita fra il conduttore e i suoi ospiti, cui si chiede di stare al gioco e osare qualcosa di più rispetto ai classici talk. Le 4 puntate del 2020 sono costate in media 27'000 franchi.

 

 

Quattordici cuochi, un menù di tre portate e una sfida da vincere sono gli ingredienti del nuovo programma RSI dedicato alla gastronomia alla portata di tutte le cucine. Quattordici le puntate, costate ciascuna 14'000 franchi.

 

Come ragionano bambini e adulti davanti ad un problema? Quali logiche seguono per trovare una soluzione? Le quattro puntate del programma che mostra differenze e (eventuali) similarità tra il modo di pensare dei più piccoli e quello degli adulti sono costate in media 42'000 franchi.