Cesare Segre: critica e critici

di Antonio Ria

In tre incontri, Cesare Segre, il maggior critico italiano e uno dei più noti in Europa, a colloquio con Antonio Ria, presenta la sua articolata militanza letteraria, recentemente raccolta nel volume “ Critica e critici”, pubblicato da Einaudi. In esso egli volge l’attenzione alla storia dei critici, «i quali – afferma – operano sempre in un’area molto più ampia e mossa di quella coperta dai metodi che essi eventualmente impiegano»: che è quasi una dichiarazione autobiografica. Filologo, semiologo e critico letterario, Cesare Segre ha insegnato Filologia romanza prima a Trieste e poi per molti anni all’Università di Pavia, dove oggi è direttore del Centro di ricerca su testi e tradizioni testuali dell’Istituto universitario di studi superiori. Tra le sue numerose pubblicazioni, si ricordano “Per curiosità. Una specie di autobiografia” (Einaudi 1999) e “Dai metodi ai testi” (Aragno 2008). Nelle tre trasmissioni Segre presenta i critici «di particolare inventività», come Spitzer, Brandi, Longhi, Cases, Starobinski, Contini, padre Pozzi; e menziona anche i suoi maestri. Quindi non solo esplicitazione delle sue idee sui capisaldi della critica del Novecento, ma anche uno svelamento appassionato di sé, dei suoi gusti e delle sue preferenze. Per esempio sulla musica, e sul rapporto fra musica e letteratura, già testimoniato nel 1991 nel suo libro Einaudi “Intrecci di voci: la polifonia nella letteratura del Novecento”. A un «letargo, che riguarda oggi tutta la critica, di qualunque indirizzo» – sono sue parole – Cesare Segre contrappone dunque una “polifonia” di interessi e passioni, insieme a uno sguardo lungo che abbraccia il passato e si spinge a delineare linee teoriche di metodologia letteraria, nella prospettiva di una critica “inventiva”.

05.06.13 I maestri della critica letteraria e d’arte
06.06.13 Per una teoria della letteratura
07.06.13 Esercizi critici: la «staffetta Ariosto-Cervantes»
 
Ora in onda Reteduecinque - fino alle 17.00 In onda dalle 14:00
Brani Brani in onda 3. Allegro - Flotenkonzert a-Moll RV 445 - Antonio Vivaldi Ore 14:04