Pier Paolo Pasolini sul set de "La ricotta" (Keystone)

La letteratura degli anni di piombo

di Franco Brevini

Negli anni più cupi del dopoguerra, quando la storia italiana sembrava dominata da un’ondata di violenza politica, gli scrittori non rimasero a guardare. Da Sciascia a Pasolini, dalla Morante a Calvino, presero posizione, spesso con decisione, sempre facendo valere le ragioni della democrazia e della dignità umana.

In questa trasmissione Franco Brevini ripercorre le cronache letterarie degli anni di piombo insieme a due studiosi che si sono occupati della questione: Marco Belpoliti e Daniele Giglioli. Emerge un quadro in cui a una prima ondata di testimonianze e interventi, maturati a caldo, a ridosso delle cronache, segue una fase di ricostruzione a posteriori, dove gli anni di piombo sono già divenuti storia e lo sguardo degli autori si fa più distaccato. Identico però è lo sgomento della cultura davanti alla violenza, quello sgomento che la tradizione letteraria europea, da Adorno a Primo Levi, da Sartre a Vittorini, aveva tematizzato pochi decenni prima all’indomani dei lugubri eventi bellici.

 

 

Brani Brani in onda Wonderful Day - Debbie Poryes Trio Ore 9:27