Imbrattato il murale di Palermo dedicato a Paolo Borsellino
Laser

La mafia attacca (anche) l'arte

L'intreccio tra arte e criminalità organizzata in Sicilia

  • Keystone
  • 26.4.2024
  • 23 min
Disponibile su
Scarica
  • Arte e spettacoli
  • Scienze umane e sociali
Di: Emanuela Burgazzoli

®

Che cosa lega il Caravaggio rubato a Palermo nel 1969 e il Satiro danzante conservato al Museo di Mazara del Vallo?
Il coinvolgimento della mafia. L'intreccio tra arte e criminalità organizzata in Sicilia ha una lunga storia, che è riemersa con l’arresto del boss Mattia Messina Denaro, che come il padre aveva capito sia il valore economico del traffico di reperti sia il valore politico e simbolico degli attacchi al patrimonio culturale.

Ne abbiamo ripercorso la storia con tre esperti: l'archeologo e giornalista Tsao Cevoli, fondatore e presidente dell'Osservatorio internazionale Archeomafie; il giornalista e scrittore Giacomo Di Girolamo autore de "L’invisibile", una biografia di Matteo Messina Denaro, e "Cosa grigia" (ilSaggiatore) e il giurista e criminologo forense Vincenzo Musacchio, presidente dell'Osservatorio Antimafia del Molise e membro della International Criminology Association.

Prima emissione: 6 marzo 2023

Scopri la serie

Correlati