Live Reteduecinque con Donatella e Giuseppe Gibboni

di Claudio Farinone

Il "Live di Reteduecinque" di questo mese di febbraio 2020 si apre ai giovani: sul palco dello studio 2 della RSI si esibiscono, individualmente e in duo, due giovanissimi e talentuosi fratelli, Donatella e Giuseppe Gibboni, che dalla provincia di Salerno hanno conquistato palchi e concorsi nazionali e internazionali e si stanno profilando in prima linea nella nuova generazione del violinismo italiano.

21 anni Donatella, che sta frequentando il Master of Arts in Music Performance al Conservatorio della Svizzera italiana; 18 anni Giuseppe, già vincitore del Concorso violinistico "Postacchini" di Fermo nel 2016 e del Concorso “Leonid Kogan” a Bruxelles nel 2017 e giunto terzo al Concorso internazionale "George Enescu" di Bucarest nel 2018.

Entrambi diplomatisi giovanissimi al Conservatorio Martucci di Salerno, si raccontano al microfono di Claudio Farinone e si esibiscono in brani del grande repertorio violinistico romantico e in un pezzo contemporaneo di Alessandro De Rosa.

 
Giuseppe Gibboni
Giuseppe Gibboni

 

Giuseppe Gibboni, violino

Astro nascente del violinismo italiano, nasce nel 2001 in una famiglia di musicisti professionisti che gli trasmettono fin dalla più tenera età i primi insegnamenti del violino. A soli 14 anni supera la selezione per l’ammissione all’Accademia Stauffer di Cremona nella classe di Salvatore Accardo. A 15 anni si diploma per meriti straordinari al Conservatorio Martucci di Salerno con Maurizio Aiello. Dal 2016 segue il corso di Alto Perfezionamento presso l’Accademia Perosi di Biella nella classe di Pavel Berman. Ha partecipato a vari concorsi nazionali e internazionali, classificandosi sempre al primo posto: ha vinto in particolare il concorso internazionale violinistico “Postacchini” nel 2016 e il concorso internazionale “L. Kogan” a Bruxelles nel 2017. Si è inoltre aggiudicato il terzo premio per la sezione di violino al Concorso internazionale “George Enescu” di Bucarest nel 2018. Chiamato ad esibirsi in sale prestigiose, Ha un contratto discografico con Warner Classic, con cui ha pubblicato un CD insieme alla Nuova Orchestra da Camera “Ferruccio Busoni” diretta da Massimo Belli. Suona un violino di Giovanni Francesco Pressenda del 1827.

Donatella Gibboni, violino

Nasce da una famiglia di musicisti e inizia lo studio del violino all’età di 3 anni con il padre Daniele. A 6 anni viene ammessa al Conservatorio Martucci di Salerno per meriti straordinari, dove si diploma con lode nel 2016 con M. Aiello. Ammessa all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma nella classe di S. Tchakerian, frequenta dal 2017 l’Accademia Perosi di Biella nella classe di Pavel Berman. Nel 2018 debutta con un concerto recital alla Carnegie Hall di New York. Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali classificandosi sempre al primo posto assoluto: nel 2019 vince il Primo Premio assoluto nella sezione Archi solisti della XXVII edizione dell’International Music Competition “Vittoria Caffa Righetti” Award. Suona un violino Adolf Romer del 1920.

Ora in onda La corrispondenza In onda dalle 7:05
Brani Brani in onda Gato panza arriba - Marcela Arroyo Ore 7:15