Spira mirabilis e la quarta di Mahler

di Barbara Tartari

Spira mirabilis è un progetto creato nel 2007 da un gruppo di musicisti provenienti da tutta Europa per costruire uno spazio in cui dedicare molto tempo alle prove ed allo studio collettivo di una partitura, rinunciando alla figura del direttore d'orchestra. Lo studio di qualsiasi repertorio, da quello cameristico a quello sinfonico, avviene con una concertazione corale nello spirito di un gruppo da camera allargato. Nel corso degli anni i musicisti di Spira mirabilis si sono confrontati con diversi maestri tra cui Lorenzo Coppola, Heinz Holliger, Ivan Fischer, Ferenc Rados e il loro repertorio spazia dalla dimensione cameristica a quella sinfonica.

Degna di nota è sicuramente l'integrale delle sinfonie di Beethoven completata dopo 8 anni di lavoro con l'esecuzione della nona sinfonia. Tra poco, il 22 e il 24 maggio, il primo approccio con una sinfonia di Mahler, la quarta. Progetto estremamente ambizioso data la complessità della partitura. A parlarci di questa appassionante sfida saranno due musicisti di questo coraggioso ensemble: Francesca Piccioni, violista, e Francesco Bossaglia, direttore assistente dell’Ensemble 900 del Conservatorio della Svizzera italiana e cornista di Spira mirabilis.