Lo stato di salute della coralità amatoriale in Ticino

di Patricia Barbetti e Giovanni Conti

Difficile cantare da un anno e mezzo a questa parte, e per un po' di tempo è stato anche vietato. La pandemia ci ha portato anche questo e le attività corali nella nostra regione come altrove, hanno subito vari stop. Per non perdere il contatto con gli amatori dell’arte vocale molte associazioni corali ticinesi hanno sostituito l’attività in presenza con quella online, per mantenere acceso l’interesse e non perdere coristi, dato che trovare nuove leve è molto difficile. I problemi dei cori sono anche finanziari. I costi principali sono l’affitto delle sale e lo stipendio per il maestro. Spese che vengono coperte dai proventi delle feste o dei concerti, che nell’ultimo anno sono però stati annullati quasi tutti, così i cori con un certo supporto esterno riescono a continuare, mentre gli altri hanno grandi difficoltà. Patricia Barbetti e Giovanni Conti ne parlano con Lorenza Donadini, cantante del Coro della RSI, assistente e collaboratrice di varie corali ticinesi e con Daniela Beltraminelli, violinista, cantante e direttrice dei Cantori della Turrita.