(iStock)

Donne in verde

con Sandy Altermatt e Marcello Fusetti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le professioni dell’ambiente - una guida nella giungla della scelta formativa e professionale

In un prossimo futuro, un/una lavoratore/trice su 20 sarà attivo/a nel settore dell’ambiente. La maggioranza di loro saranno maschi, anche perché troppe ragazze considerano – o sono spinte a considerare – queste professioni come professioni da maschio. Per cercare di mostrare che non ci sono lavori da maschio o da femmina in campo ambientale è stata appena tradotta in italiano una bella pubblicazione “Le professioni dell’ambiente; una guida nella giungla della scelta formativa e professionale”. Ne abbiamo parlato Vera Pepita Conforti, esperta della formazione continua presso la Divisione della formazione professionale e antenna pari opportunità del DECS.

È possibile ordinare gratuitamente la pubblicazione scrivendo una e-mail a: ambiente.ragazze@ti.ch. Sul sito www.ti.ch/ambiente-ragazze le informazioni ed i contatti, nonché interessanti testimonianze di alcune professioniste ticinesi attive nel settore ambientale.

 

Pillole di natura

Uno studio globale rilancia: il verde deve diventare una "prescrizione medica"

Uno studio che ha coinvolto persone da 18 paesi del mondo diversi ha dimostrato estesamente e scientificamente come la "natura" debba diventare una vera prescrizione medica e quali siano i benefici tangibili sulla salute mentale umana, contro il declino cognitivo e non solo. Il primo paese a stilare linee guida nazionali per la prescrizione dell'ora di natura (spesso al posto dei medicinali) fu la Nuova Zelanda, era il 1998 poi è arrivata la Scozia, ma forse, dopo questo studio, altri paesi si faranno avanti. Ne abbiamo parlato con Eva Perasso dell’agenzia giornalistica F5.

Albachiara in TV

Albachiara in TV

In diretta su LA1 e Rete1 la trasmissione d'informazione e intrattenimento del mattino.