Dalla presentazione del DT

Edizione del 11.01.2019

Ceresio malato di microplastiche

Raggiungono quasi la concentrazione presente nei laghi Maggiore e Lemano le microplastiche rinvenute nel lago Ceresio e presentate in uno studio promosso dal Dipartimento del territorio del Canton Ticino. Sul piano nazionale la concentrazione di questi inquinanti è doppia rispetto alla media riscontrata nelle acque della Confederazione.

Concretamente nelle acque del Ceresio sono state rinvenute 213’500 particelle di microplastiche per chilometro quadrato, quasi la stessa quantità misurata nelle acque del Lago Maggiore e del lago Lemano, dove si raggiungono le 220’000 particelle. Si tratta di frammenti minuscoli (da 0,3 a 1 mm) fino a pezzetti superiore a 5 millimetri, provenienti da diverse fonti: dai brandelli di sacchetti di plastica e altri film plastici ai residui di fili da pesca, alle fibre di tessuti sintetici, le palline di polistirolo, fino ai frammenti di pneumatici o ai residui di detergenti e prodotti cosmetici contenenti microgranuli abrasivi.

Secondo le autorità cantonali queste cifre non devono allarmare la popolazione poiché allo stato attuale delle conoscenze la salute non è in pericolo, tuttavia per il Dipartimento del territorio un problema così complesso deve essere affrontato attraverso molteplici azioni che vanno dal monitoraggio del fenomeno al potenziamento degli impianti di depurazione, così come alla sensibilizzazione della popolazione senza dimenticare che manca ancora un quadro legislativo relativo a questa ultima tipologia di inquinamento, ancora troppo poco conosciuta.

Di tutto ciò si discute a Modem con:

Gianluca Corno, ricercatore del CNR all’Istituto di ricerca sulle acque di Verbania;

Susanna Petrone, WWF CH;

Claudio Zali, Consigliere di Stato ticinese.

In registrato: Luiz Felippe de Alencastro, ex prof dell’EPFL; Karine Siegwart, vicedirettrice dell’UFAM.

 

Modem su Rete Uno alle 8.20, in replica su Rete Due alle 19.25. Ci trovate anche sul Podcast e sulle app: RSINews e RSIPlay

Motomondiale: GP della Catalunya

Seguici con