L'attentatore ha ucciso dieci persone, compresa la madre (Keystone)

Di razzismo e antisemitismo

Dagli attentati in Germania alla realtà elvetica

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È una zona urbana sconosciuta ai più ma dalla scorsa settimana la località di Hanau è balzata sulle prime pagine della cronaca per il feroce attentato di matrice razzista. Il massacro è stato commesso da un 43enne tedesco nella città dell'Assia, dove sono state uccise 9 persone, nei Shisha bar frequentati dalla comunità turca. L'uomo afflitto da gravi turbe psichiche ha poi ucciso la madre e si è tolto la vita nel suo appartamento.

Nello spazio di 9 mesi la Germania è stata teatro di 3 attentati razzisti e antisemiti che hanno scosso l’opinione pubblica e che hanno riportato alla superficie il problematico rapporto del Paese con il proprio passato nazista. Dall’assassinio di un politico pro-migranti, all’attentato contro una sinagoga di Halle, alla strage di Hanau, i tedeschi hanno avuto anche la possibilità di esprimere il loro voto in diverse tornate elettorali.  

Nelle stragi di Hanau "c'è una correità del partito Afd", ha detto la presidente della CDU Annegret Kramp-Karrenbauer, ribadendo un'assoluta distanza con il partito di estrema destra con cui i cristiano-democratici non potranno collaborare in alcuna forma in futuro.

Al di là di come si voglia valutare chi le ha commesse, ha aggiunto, le stragi sono avvenute perché "quello che prima era impensabile oggi si può pensare, e quello che prima era indicibile oggi si può dire".

La società tedesca riuscirà a sconfiggere chi vuole riportare il Paese su una strada decisamente pericolosa per la democrazia? In Svizzera l’estremismo di estrema destra è altrettanto inquietante?

Per dibatterne a Modem intervengono:

Lutk Klinkhammer, storico;

Francis O’Connor, esperto di radicalizzazione in Germania;

Nenad Stojanovic, politologo e membro della Commissione contro il razzismo;

Intervista registrata ad Alexander Salheiser, esperto di estrema destra (Jena).

 

 

Modem su Rete Uno alle 8.20, in replica su Rete Due alle 19.25. Ci trovate anche sul Podcast e sulle app: RSINews e RSIPlay