medico, costi, fattura, onorario

Edizione del 06.03.2019

Franchigie all'insù

L’idea è semplice. Contenere i costi facendo pagare di più gli assicurati di tasca propria. Dopo il Nazionale, oggi anche il Consiglio degli Stati ha detto sì. Di cosa si tratta esattamente? Il nuovo sistema, sostenuto anche dal Consiglio federale, prevede che tutte le franchigie - a parte quelle dei bambini – aumentino automaticamente in base all’evoluzione dei costi sanitari. Il principio potrebbe portare molto presto, già dal 2020, a un aumento di 50 franchi. La franchigia minima passerebbe l'anno prossimo dagli attuali 300 a 350 franchi. In base allo stesso principio un innalzamento della stessa entità potrebbe intervenire ogni 3-4 anni.

Favorevoli sono espressi i partiti borghesi (PLR, PPD e UDC). secondo i quali aumentando le spese direttamente a carico degli assicurati, si eviterebbero le consultazioni inutili. Contrario il fronte progressista che parla di un meccanismo antisociale e che peserebbe in particolare su anziani e malati cronici. Il PS ha fatto intendere che è pronto a lanciare il referendum.

Lo stesso partito socialista ha intanto lanciato ufficialmente la sua iniziativa per limitare i premi di cassa malati al 10 per cento del reddito. C’è poi un’altra iniziativa popolare, del PPD, per contenere i costi. Insomma i temi sanitari tornano al centro dell’attenzione a pochi mesi dalle elezioni federali. Ne parliamo con:

Angelo Barrile, consigliere nazionale PS, medico;

Heinz Brand, consigliere nazionale UDC, presidente di Santésuisse;

Martin Candinas, consigliere nazionale PPD;

Luca Crivelli, docente SUPSI esperto di politica sanitaria.

 

Modem su Rete Uno alle 8.20, in replica su Rete Due alle 19.25. Ci trovate anche sul Podcast e sulle app: RSINews e RSIPlay

Showcase Mahmood

Seguici con