Calcio Svizzera femminile
Modem

L’Europeo che si sgonfia

Dopo i proclami il Consiglio Federale riduce il finanziamento per gli Europei femminili del 2025

  • Keystone
  • 15.2.2024
  • 30 min
Disponibile su
Scarica

15 milioni per l’organizzazione degli europei femminili di calcio dell’anno prossimo. Li aveva promessi la Confederazione che adesso però fa un passo indietro, e anche grande. I milioni sono diventati solo 4, e per la verità non vengono garantiti neppure quelli. Una decisione che delude, soprattutto se si pensa all’interesse crescente di cui gode il calcio femminile in tutto il mondo e se si considera che per l’Europeo maschile del 2008 sul piatto c’erano oltre 80 milioni. Altri tempi si dirà, oggi in un periodo di ristrettezze economiche occorre chiudere i rubinetti.

Tant’è, questa decisione del Consiglio federale, annunciata lo scorso 31 gennaio, sta facendo molto discutere non solo tra i fan del movimento calcistico femminile ma anche in seno alle 8 città ospitanti della massima competizione europea che pure saranno chiamate alla cassa con investimenti non da poco.

Intanto l’Associazione Svizzera di Calcio e l’organizzazione WEURO25 sperano nel supporto del Parlamento svizzero che a suo tempo si era speso con entusiasmo a sostegno del progetto e che entro l’estate avrà la facoltà di ridiscutere il contributo da parte della Confederazione 

Ne parliamo a modem con due ospiti

Fabio Regazzi, Consigliere agli Stati del Centro

Alex Farinelli, Consigliere nazionale PLR

Intervista registrata a Adrian Arnold, direttore della Comunicazione di ASF

Scopri la serie