Profughi di ieri e di oggi

Fuoriusciti, esuli e richiedenti d’asilo non solo un fenomeno odierno

venerdì 01/01/16 19:10
Edizione del 01.01.2016

Andrea Tognina, originario di Brusio, ci aiuta ad inquadrare il fenomeno nel passato. Il Moesano aveva però già sperimentato la venuta di stranieri più o meno famosi fin dal XIX secolo e ancor più durante la seconda guerra mondiale.  Proprio tra il 1939 e il 1945 c’è chi a Castasegna, in Bregaglia, ha visto persone transitare la frontiera per chiedere ospitalità (Raul Tron e Augusto Gianotti). Oggi poi c’è chi, in Valtellina, ha trasformato, malgrado le svariate critiche, le proprie strutture alberghiere per ospitare dei migranti, come Giulio Salvi. Mentre in Valtellina è presente una donna che si è perfettamente integrata: Fides Marzi Hautugimana delegata dell’Associazione internazionale diaspora burundese e fondatrice della onlus Dukorere Hamwe – Lavoriamo insieme.

Un'estate con la RSI

Seguici con
Altre puntate