(www.geoamb.ch)

Geologia delle montagne ticinesi

di Rolf Schürch

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

 

La prudenza è d'obbligo, da sempre

Pagine letterarie di Giuseppe Zoppi, Plinio Martini, Giovanni Orelli sono lì a testimoniarlo, come gli innumerevoli ex-voto esposti nelle chiese delle nostre valli: il Ticino è terra alpina, territorio di picchi, valli e pareti rocciose. Il pericolo è sempre esistito per le popolazioni che vi abitano. Va ricordato che il 60% del territorio nazionale è compreso nella regione alpina, che ne occupa la parte centro-orientale e meridionale.
Appartengono alla Svizzera le più vaste zone ghiacciate delle Alpi. Il nostro è il Paese alpino per eccellenza. Quindi le cadute di massi, frane e valanghe fanno parte della "normalità" geologica. Ma con i cambiamenti climatici aumentano i pericoli? Pendii erbosi in quota potrebbero cedere? E il permafrost, che cementa le vette sassose, è a rischio?

Ne parliamo con Christian Scapozza, geomorfologo, specializzato in geomorfologia alpina, ricercatore all' Istituto scienze della Terra della SUPSI, e altri esperti del Cantone.