RSI, istruzioni per l’uso. Incontro con Mario Timbal

Con Roberto Antonini

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 

Coraggio e creatività per trasformare la grande azienda di servizio pubblico e portarla a rinnovarsi nella struttura, nelle dinamiche interne e nei programmi. Con la brezza primaverile a Besso e Comano è giunto anche un nuovo direttore, un “millenial”, ancora giovane e esterno alla RSI che si ripromette di avviare un profondo rinnovamento. I suoi primi interventi, per stile poco incline alla retorica e contenuti forti, sono stati recepiti particolarmente bene sia dal pubblico sia dal personale della RSI. Le prime critiche però non si sono fatte attendere: la nomina del nuovo direttore dei programmi ha fatto discutere per le sue modalità -assenza di concorso- considerate poco in sintonia con l’impegno alla trasparenza. A Millevoci Mario Timbal avrà l’occasione di chiarire la sua posizione, di spiegare i suoi orientamenti, di illustrare le priorità che a suo giudizio impone un’epoca molto complessa per il mondo dei media. Come vede la RSI? Cosa deve cambiare della cultura aziendale? A che punto è la procedura di verifica delle accuse di mobbing e molestie sessuali (una quarantina sull’arco di dieci anni) tuttora al vaglio degli avvocati? Cosa ne pensa delle accuse di faziosità della Rsi mossa da alcuni ambienti politici? Cosa intende fare per rispondere alle richieste sindacali riguardo al precariato in particolare del personale tecnico? E il futuro della Rete Due che tanto ha fatto scrivere a inizio anno? Tanti interrogativi ai quali si aggiungeranno come sempre in questa testata quelli che vorrà porre il pubblico.