Presentazione con novità
Presentazione con novità (rsi.ch)

"Gottardo Arena rimarrà, così come l'identità"

L'Ambrì si è presentato per la prima volta nella nuova pista, che non cambierà nome

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Ariele Mombelli

Sì è ufficialmente presentato al suo pubblico, presente decisamente in massa, l'Ambrì Piotta targato 2022-23, che per la prima volta della sua storia lo ha fatto all'interno della Gottardo Arena. E proprio riguardo la nuova pista sono state le parole di Filippo Lombardi, primo a prendere in mano il microfono sul ghiaccio dopo la sfilata del settore giovanile e delle HCAP Girls: "Voi tifosi avere sopportato il freddo dell'inverno, come pure il grande caldo delle varie presentazioni estive alla Valascia. Oggi siamo qui, in questa nuova arena, di cui dobbiamo andare assolutamente fieri. Ma non dimentichiamo la nostra vecchia pista e continuiamo a coltivare la nostra identità".

Da tre settimane è iniziata la demolizione del nostro tempio, era un passo inevitabile ma la memoria è fondamentale, ricordiamola come parte integrante della nostra storia Filippo Lombardi

"La Gottardo Arena ci ha permesso di fare un passo avanti - ha continuato Lombardi - Nell'ultimo decennio stentavamo, mentre l'anno scorso con 4'600 abbonati e una media di più di 6'000 spettatori, abbiamo cambiato marcia. Oggi vediamo l'obiettivo delle 5'000 tessere, sono sicuro che ci arriveremo". Una pista, quella leventinese, che non cambierà nome: "Sì, abbiamo trovato l'accordo con due partner su tre, che insieme ci permetteranno di mantenere questo naming". E sul piano sportivo, cosa aspettarsi? "Abbiamo negli occhi e nel cuore la rimonta tra febbario e marzo che ci ha portato nei pre-playoff, uno dei momenti più belli della nostra storia recente. Daremo il massimo, portando sul ghaccio la nostra identità: questi siamo e questi rimarremo".

Vogliamo che ogni partita qui, alla Gottardo Arena, sia una festa Filippo Lombardi

Dopo il presidente, che ha introdotto anche la sorpresa Alexandre Giroux, invitato dalla società in Ticino per l'occasione, ha parlato anche Paolo Duca. "Siamo contenti della squadra costruita, e anche del fatto che potremo comunque schierare 6 stranieri di movimento quando in porta schiereremo Conz. I 7 stranieri? Ad oggi Zwerger non sapremo quando potrà rientrare, inoltre durante l'estate abbiamo ringiovanito la rosa, e si sono aperte alcune possibilità sul piano economico", ha detto il DS.

 
 

 

Condividi