L'abbraccio dopo la prima rete
L'abbraccio dopo la prima rete (Keystone)
Bienne
0
Lugano
3
  • 18' Bennett
  • 33' Riva
  • 58' Fazzini
Tabellino Risultati e classifiche

Il Lugano ritrova il sorriso contro il Bienne

Il terzo successo stagionale è una ventata d'aria fresca per McSorley e la sua squadra

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Alla Tissot Arena per rialzare la testa e riscattarsi dopo la battuta d'arresto giunta sul ghiaccio amico contro il Kloten. L'atteggiamento battagliero ha ripagato il Lugano che, con un Koskinen in grande spolvero, ha ritrovato il sorriso battendo per 3-0 un Bienne alla terza sconfitta consecutiva. Vista l'assenza di Marco Müller, McSorley ha provato con successo a cambiare qualche terzetto offensivo e, parallelamente a un box play sempre all'altezza delle aspettative, ha conquistato la terza vittoria stagionale, completando così una settimana da sei punti.

Con Josephs in sovrannumero e Cortiana all'esordio come centro della quarta linea, i bianconeri sono scesi in pista nella prima frazione cercando più volte di bucare la porta difesa da Säteri. Dopo tre belle occasioni non trasformate, i ticinesi, sorretti tra i pali dal 34enne finlandese, sono passati in vantaggio al 17'32'' sfruttando con Bennett il primo powerplay di serata. A viso aperto è stato giocato anche il periodo centrale, nel quale Arcobello e compagni, seppur soffrendo, sono riusciti a raddoppiare grazie a un preciso tiro di Riva.

La terza frazione si è poi rivelata come le precedenti, con i padroni di casa che spesso hanno sbattuto contro il muro sorretto dal portiere numero 19. Sporadiche, invece, le sortite offensive degli ospiti che con Thürkauf e Bennett hanno tentato di chiudere senza successo la contesa. In sofferenza, secondo logica, il Lugano ha poi difeso con i denti il doppio vantaggio e Fazzini, alla prima rete dell'anno, ha infine definito il punteggio a porta vuota.

 
 
 

Legato a Sportsera del 01.10.2022

Condividi