Accesso vietato
Accesso vietato (freshfocus)

Il canton Berna dice no al pubblico

Ulteriori restrizioni per i club bernesi, privati dei propri tifosi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo aver inizialmente ridotto a sole 1'000 persone la possibilità di seguire le manifestazioni sportive, il canton Berna ha ulteriormente inasprito le sue disposizioni in materia di coronavirus, proibendo definitivamente al pubblico di accedere alle piste e agli stadi fino al 23 novembre. Una decisione che segue quella presa in giornata da Giura e Neuchâtel e che non fa felice le società sportive bernesi, che avevano ampiamente manifestato il loro malcontento già dopo le prime restrizioni imposte dalle autorità.

Perlomeno fino alla pausa di inizio novembre, quando la Lega incontrerà i rappresentanti dei vari club per decidere sul proseguimento del campionato, Berna, Bienne, Langnau e Langenthal dovranno dunque fare a meno dei propri sostenitori. Toccate dal provvedimento sono logicamente anche lo Young Boys e il Thun nel calcio. "Questa decisione ha ulteriori conseguenze negative per noi", hanno fatto sapere gli Orsi tramite un comunicato stampa.

 
Condividi