La recensione di Andrea Rigazzi

Ghosteen di Nick Cave & The Bad Seeds

Ghosteen

Di Nick Cave & The Bad Seeds

Visualizziamo una cattedrale. Un edificio fatto di musica, in cui gli archi spalancano le volte sopra le nostre teste e i sintetizzatori colorano le sue vetrate. In fondo, dietro un pianoforte, un uomo chino sui tasti.

Quell’uomo è Nick Cave. Ora abbiamo tutto, o quasi, per calarci nell’ascolto di Ghosteen.

Condividi

Correlati