Reggae ieri e oggi

Una puntata speciale di Paganini

Quarant’anni fa, nel 1981, moriva Bob Marley: musicista giamaicano diventato icona pop, che ha portato un genere musicale tipico della sua piccola isola - il reggae - a un’affermazione planetaria.
Il programma televisivo Paganini, nella puntata del 9 maggio - ha provato a raccontare questa avventura musicale partendo da lontano, ovvero dagli effetti che la musica e la cultura reggae hanno generato nella Svizzera italiana.

A fare da guida DJ Luka Rude Boy e il musicista Tom Siddh Rastaman - esperti di reggae e conduttori della trasmissione Il Mangiadischi su Rete Tre - in un percorso che prende le mosse da DJ Mafio.

Positive vibes, il video dedicato dal regista Villi Hermann all’esperienza cinese (raccolta nel 2008 e con modalità atipiche, per via della censura di stato) del disc-jockey ticinese Mafio, affermato ambasciatore del reggae nella megalopoli di Shenzhen.

Il concerto del gruppo Zonasun (La Rotonda di Locarno nel  2017) mostra invece una produzione originale della Svizzera italiana pienamente inserita nello stile e nella poetica reggae.

Damian Marley è uno dei vari famigliari del grande Bob ad aver intrapreso la carriera musicale - ovviamente nei solchi del reggae - lo vediamo in una sua recente performance al festival francese Cabaret Vert.

Dulcis in fundo un’autentica perla d’archivio: l’intervista a Bob Marley realizzata a Zurigo nel 1980, cioè un anno prima della sua prematura scomparsa.

Una puntata speciale dedicata alla musica reggae di Paganini, lo spazio televisivo (ogni domenica, 10:30, La1) dedicato alla cultura musicale, senza preclusione di genere, epoca o stile.

Condividi

Correlati