Sound of Metal

Un film da vedere, diretto dall'esordiente Darius Marder

Certo, è un film girato molto bene dal regista (esordiente a quasi cinquant'anni!) Darius Marder. È un film interpretato molto bene dai protagonisti: Riz Ahmed, Olivia Cooke, Paul Raci. Però il vero eroe di Sound of Metal si chiama Nicholas Becker, e ha il ruolo più importante di tutti. È il tecnico del suono.

Sound of Metal racconta la storia del batterista di un duo metal (la cantante è la sua ragazza) che all'improvviso diventa sordo. Di botto e quasi completamente. Che non è un fatto comune, ma pare possa capitare, in casi rari. Qualcosa di simile in fondo era successa anche qualche anno fa al cantante degli Ac/Dc, Brian Johnson.

Il ruolo più importante nella produzione di Sound of Metal – dicevamo – è senza alcun dubbio quello del tecnico del suono. Perché questo film racconta effettivamente la storia di una persona sorda, ma è destinato al pubblico che ci sente, perché la maggior parte della narrazione è affidata proprio alle sensazioni uditive.
E questa è una novità, perché se è vero che non è il primo film che racconta personaggi non udenti – pensiamo al classico Figli di un dio minore con William Hurt o più recentemente a La famiglia Belier Sound of Metal è il primo che prova a far capire a chi sente cosa significa perdere l'udito, cosa davvero significa sentire molto poco e molto male, e cosa significa indossare un impianto che ti fa sentire meglio: meglio non vuol dire bene, e non vuol dire come prima.

Ci sono una serie di scene apparentemente inutili, dentro Sound of Metal: un campo di grano sferzato dal vento, il cielo, un aereo che vola in lontananza, un prato, cose così. Non raccontano niente di utile a far procedere la storia, ma ci fanno sentire tutti quei suoni che percepiamo in ogni momento della nostra vita, senza volerlo, senza pensarci. E che possono mancare a chi inizia a non sentirli più.

Sound of Metal, certo, è un film importante perché è importante parlare di minoranze che al cinema sono poco rappresentate. In Svizzera 600mila persone soffrono di debolezza d'udito, e certo in molti casi si tratta di problemi relativamente lievi, però la cifra rimane importante. Ma al di là di questo, Sound of Metal è semplicemente un grandissimo film, che racconta una storia non particolarmente originale (la struttura drammatica è classica, in fondo) con strumenti nuovi. In modo semplice eppure stupefacente. È un film che davvero speriamo, prima o poi, di poter vedere e sentire al cinema, Dolby Surround e tutto quanto.

Sounf of Metal (USA, 2019)
Regia: Darius Marder
Interpreti
: Riz Ahmed, Olivia Cooke, Paul Raci
Durata: 120'

Michele Serra
Condividi

Correlati