Unorthodox di Deborah Feldman

A cura di Rossana Maspero

Deborah Feldman, nata (1986) e cresciuta nel distretto di Williamsburg (Brooklyn), ha debuttato nella scrittura con Unorthodox.

Il suo è un romanzo autobiografico che descrive la sua infanzia e giovinezza nella comunità ebraica ultraortodossa di Satman. Pubblicato nel 2012, il libro ha avuto grandissimo successo negli Stati Uniti. Tradotto in varie lingue, ora appare in italiano per la casa editrice Abendstern di San Pietro di Stabio di cui è responsabile Simona Sala e che, insieme a Martina Rossi, ha co-tradotto Ex Ortodossa.

Ex Ortodossa racconta la storia vera di Deborah Feldman, cresciuta nella comunità chassidica, ovvero di ebrei ultraortodossi dediti ad una vita comunitaria scandita da severi riti religiosi, convinta che l’olocausto sia stato una punizione divina, dove la sessualità è un tabù, i matrimoni sono combinati, dove si parla yiddish e dove l’inglese è proibito.

Il lettore ha qui l’occasione di seguire pensieri, ritrosie, timori, ribellioni, ma anche i soprusi e le sofferenze inflittele dallo stile di vita imposto nella comunità, ma racconta anche l’emancipazione di una donna da una comunità quale è quella chassidica negli Stati Uniti. Il libro coraggioso, che racconta il lungo risveglio di Deborah Feldman, ha ispirato l'omonima mini serie distribuita sulla piattaforma Netflix.

Condividi

Correlati